Vai direttamente ai contenuti della pagina
Sposati in Villa
 
giovedì 24 gennaio 2019

*** MENU VOCI PRINCIPALI ***


 
Sei in: Home ->  Turismo e ricettività  ->  Cosa vedere  ->  Le cave 


Le cave


Scultore al lavoro su una lapide in marmoL’area del monte Baldo ha antiche tradizioni nel settore lapideo, in passato questo significativo comparto ha esercitato un ruolo preminente nella realtà produttiva caprinese. Basti pensare che tutto il Nord-Est del territorio (dalla classica frazione di Lubiara, a Gamberon, Spiazzi, ecc.) era interessato da numerose cave di marmo, le famose “preare”, dove lavorava la quasi totalità della popolazione attiva locale. Addirittura “mitici” erano gli scalpellini e i lapiciti nostrani, autentici artisti, richiesti ovunque anche all’estero, ed ora quasi completamente scomparsi.

Dopo l’eliminazione della ferrovia Verona-Caprino, il settore scivolò verso la marginalità. Al presente la situazione è in netta ripresa a seguito della realizzazione a sud di Caprino dell’autostrada Modena-Brennero e della disponibilità di aree.
Attualmente in Caprino sono attive sei cave da cui si estrae “Rosso Verona” e “Nembro”. Esiste inoltre circa una dozzina di aziende dedite alla lavorazione.

Torna alla pagina precedente
 

*** INDIRIZZI ***