Vai direttamente ai contenuti della pagina
Fiera Montebaldina
 
martedì 25 luglio 2017

*** MENU VOCI PRINCIPALI ***


 
Sei in: Home ->  Caprino da vivere  ->  Sposati in Villa 


Sposarsi con rito civile presso la Sede Comunale


Se è vostra intenzione celebrare il matrimonio a Caprino Veronese, il nostro Comune mette a disposizione presso la prestigiosa Sede Comunale di “Villa Carlotti” due splendide sale del Seicento affrescate con decorazioni pittoriche restaurate nell’inverno del 1972-1973.


“Sala Consiliare”

Situata al piano primo della Villa, si affaccia con balcone in marmo sul giardino del palazzo.
 
La sala consiliare
 
Posti a sedere nr. 50

I costi per la celebrazione del matrimonio sono fissati come segue:

in orario di servizio
  • almeno 1 nubendo residente: gratuito
  • nubendi non residenti: 300,00 euro
 
al di fuori dell’orario di servizio
  • almeno 1 nubendo residente: 300,00 euro
  • nubendi non residenti: 500,00 euro


“Sala dei Sogni”

Situata al piano terra della Villa, la sala, secondo la tradizione, custodisce i sogni del Marchese Carlotti, raffigurati nelle splendide decorazioni del soffitto a volta.
 
Sala dei sogni
 
Posti a sedere nr. 40

I costi per la celebrazione del matrimonio sono fissati come segue:

in orario di servizio
  • almeno 1 nubendo residente: 200,00 euro
  • nubendi non residenti: 400,00 euro
 
al di fuori dell’orario di servizio
  • almeno 1 nubendo residente: 400,00 euro
  • nubendi non residenti: 800,00 euro
 
************
 
Le sale della casa comunale possono essere arredate con addobbi a cura e spese degli sposi, con divieto di appendere fiori o altro alle porte o alle pareti; non è consentito inoltre il lancio di riso, coriandoli, stelle filanti o altro all’interno e all’ingresso del Municipio, né lo svolgimento di rinfreschi o altre attività di festeggiamento. Al termine della cerimonia gli addobbi devono essere rimossi.

Si precisa che NON è possibile effettuare matrimoni al di fuori della Sede Comunale.
 
È ammessa una sola cerimonia al giorno nei seguenti giorni ed orari  nell’ambito dell’ordinario orario di servizio dello Ufficio di Stato Civile:
  • lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30;
  • martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00;
  • sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00;

La celebrazione dei matrimoni al di fuori dell’orario di servizio dell’Ufficio di Stato Civile deve essere espressamente autorizzata dal Sindaco.
 
************
 
Documentazione necessaria

Per sposarsi con rito civile occorre richiedere le pubblicazioni di matrimonio all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei nubendi (i futuri sposi), indipendentemente da dove si celebrerà il matrimonio.

Per effettuare la celebrazione del matrimonio con rito civile sarà necessario concordare la data con l’Ufficio di stato civile.

Verificata la disponibilità della data prescelta, i nubendi compilano l’apposito modulo disponibile presso l’Ufficio di Stato civile del Comune in calce alla presente pagina, che dovrà contenere anche le generalità dei due testimoni (con copia del documento di identità), nonché la scelta del regime patrimoniale.

Se al momento della celebrazione del matrimonio uno degli sposi intende procedere al riconoscimento di figli naturali avuti in precedenza con l’altro coniuge, i nubendi dovranno informare l’Ufficio di Stato civile al momento in cui vengono richieste le pubblicazioni di matrimonio.

Le pubblicazioni di matrimonio si ricevono su prenotazione presso l’Ufficio di Stato Civile nei seguenti giorni ed orari:
  • lunedì (dalle 9,00 alle 12,00)
  • martedì (dalle 15,00 alle 18,00)
  • mercoledì (dalle 9,00 alle 12,00)
  • giovedì (dalle 9,00 alle 12,00)
  • venerdì (dalle 9,00 alle 12,00)
 
La richiesta della pubblicazione deve essere effettuata da entrambi i nubendi presentandosi personalmente all’Ufficio di Stato Civile del Comune dove uno di loro ha la residenza.

Ciascun nubendo deve presentarsi all’Ufficio di Stato civile munito di un valido documento di identità, nonché con una marca da bollo da 14,62 euro se entrambi gli sposi sono residenti nel Comune di Caprino Veronese, oppure con due marche da bollo da 14,62 euro se uno degli sposi è residente in un altro Comune italiano (se entrambi i nubendi sono cittadini stranieri non residenti in Italia, non è previsto il pagamento di alcuna imposta di bollo).
 
************
 
Il cittadino straniero che vuole effettuare le pubblicazioni di matrimonio deve presentare i seguenti documenti:
  • Carta di identità italiana (se residente in Italia) o passaporto straniero in corso di validità.
  • Nulla-osta al matrimonio rilasciato dalle competenti autorità diplomatiche o consolari in Italia, con firma dell’Ambasciatore o Console legalizzata dalla Prefettura, se previsto, o il certificato di capacità matrimoniale o altra documentazione alternativa prevista da accordi specifici.
  • Un valido titolo di soggiorno che sia idoneo a dimostrare la regolarità del cittadino straniero sul territorio italiano.
 
Si consiglia di verificare sempre che le generalità riportate sul nulla-osta o nelle altre certificazioni citate coincidano esattamente con quelle indicate sul passaporto e con quelle registrate all’anagrafe del Comune di residenza.

Lo straniero che non conosce perfettamente la lingua italiana, deve farsi assistere da un interprete maggiorenne (munito di valido documento di riconoscimento) sia alla richiesta di pubblicazione che durante la celebrazione del matrimonio.
 
************
 
Completata l’acquisizione della documentazione necessaria, l’Ufficiale di Stato Civile provvede all’esposizione delle pubblicazioni sul sito internet istituzionale del Comune; provvede inoltre a richiederne l’esposizione presso l’eventuale altro Comune di residenza di uno dei due nubendi.

Le pubblicazioni rimangono esposte per 8 giorni consecutivi; seguono poi 3 giorni liberi per eventuali opposizioni. Il matrimonio potrà quindi essere celebrato, in qualsiasi Comune italiano, non oltre 180 giorni dalla data di compiuta esposizione della pubblicazione. Decorso tale termine senza che il matrimonio sia stato celebrato, le pubblicazioni perdono di efficacia.

Nel caso di matrimonio civile da celebrarsi in Comune diverso da quello di residenza degli sposi, l’Ufficio di Stato civile, al termine della procedura, consegnerà ai nubendi la relativa richiesta per la celebrazione del matrimonio da recapitare al Sindaco del Comune prescelto.

Si invita a non attivare procedimenti inerenti il cambio di residenza per altro Comune dal momento dell’avvio del procedimento per la richiesta di pubblicazione fino all’avvenuta celebrazione del matrimonio.


 

*** INDIRIZZI ***